Consenso all'uso dei cookie

Tu sei qui

Esposizione del saio di Massimiliano Kolbe

Venerdì, 12 Ottobre, 201811:3012:30
Chiesa di San Francesco

 Raffaele Di Muro

 francescano conventuale, e` docente di teologia spirituale e spiritualita` francescana presso la Pontificia Facolta` Teologica San Bonaventura e di storia della spiritualita` medievale presso la Pontificia Facolta` Teologica del Teresianum.
E` padre spirituale del Collegio Internazionale Seraphicum, Direttore della Cattedra Kolbiana e Assistente Internazionale della Milizia dell’Immacolata.
Numerose le sue pubblicazioni su S.Francesco, S. Chiara e S. Massimiliano Kolbe, di cui, attualmente, sta curando la nuova edizione degli Scritti.

 

San Massimiliano, uomo di... famiglia

Certo, siamo abituati ad immaginarlo, quasi a vederlo, nel suo bel saio francescano,... Massimiliano, prima di tutto è stato bambino, ragazzo, figlio. É nato nella semplice famiglia di Giulio e Marianna Kolbe, che subito l’hanno introdotto nella più grande famiglia dei figli di Dio, la Chiesa: con il nome di Raimondo.

Una famiglia solidamente cristiana, la sua, dove genitori e figli condividono con naturalezza le gioie, il lavoro, ed anche i sacrifici necessari per far fronte alla vita di ogni giorno, nella Polonia spartita tra Austria, Prussia e Russia. Una famiglia nella quale Raimondo, poi Massimiliano, respira un forte clima patriottico, accompagnato dalla passione per la legittima sovranità e libertà della Polonia, mai anteposti tuttavia all’amore di Dio e alla Vergine Immacolata.

Una famiglia normale, e quindi «non perfetta», segnata dalla sofferenza, dalla precarietà, dall’angoscia, per l’improvvisa morte del giovane padre, ma che testimonia come Dio sappia far sorgere i suoi splendidi fiori dal terreno a volte sassoso e non sempre ideale di quella realtà unica e preziosa che è e rimane la famiglia.

Con uno sguardo particolare allImmacolata”, che prende possesso del cuore di Massimiliano e con Lui e per Lui ama Dio. Maria, non un’idea, né tantomeno un’ideologia, ma una persona viva: la Donna della Parola e del silenzio, la sorella che ci ha preceduti nel pellegrinaggio della Fede, per contribuire a fare dell’umanità intera una famiglia unita nell’amore.

... L’intuizione di Massimiliano è quella di creare attorno a Maria, con Gesù Eucaristia al centro, una vera famiglia soprannaturale per rivivere il clima di Nazaret, del Cenacolo di Gerusalemme - preghiera e amore vicendevole, letizia francescana e lavoro per condurre tutti a Dio attraverso l’Immacolata.